Laboratori NT-FPt  - Microdispositivi
 pagina visitata 2640 volte dal 30/11/2009  
Hardware - Micro-UAV 

Gli UAV (acronimo di Unmanned aerial vehicle) sono velivoli, senza presenza umana a bordo, pilotati da remoto da una stazione a terra. La possibilità di montare diversi sensori li rende utilizzabili in ambito urbano, per analisi di rischio ambiente e per la stima dei cambiamenti uso del suolo. Inoltre presentano una soluzione a basso costo per la creazione di quadri conoscitivi condivisi. Al gruppo degli UAV appartengono diverse tipologie di velivoli (aeroplani, elicotteri) e anche velivoli innovativi rappresentati dagli elicotteri multi-rotori (quadrirotori e ottorotori). I primi progetti di UAV risalgono agli anni ’20 ma solo a partire dagli anni ’90 con i primi sviluppi di micro e nano tecnologie, si è avuta la possibilità di sperimentare questi velivoli per l’impiego in missioni militari. Il loro utilizzo, infatti, rappresenta la possibilità di non esporre a rischio un essere umano.

La storia e la tecnica dai quadrirotori ai micro-UAV
Mario Pizzolon

 

In particolare i micro-UAV (con peso inferiore ai 2 kg) hanno avuto uno sviluppo conseguente alla crescita dell’affidabilità e della riduzione dei costi, in questo gruppo definibile come “DRONI automatici” si inquadrano i multi-rotori radio controllati descritti in questa sezione.