Dottorato di Ricerca in Nuove Tecnologie per la Città, il Territorio e l'Ambiente
 Skip Navigation Links
 pagina visitata 2630 volte dal 28/02/2012  

Stefano Picchio

Dottore di ricerca Nuove Tecnologie per la Città il Territorio e l'Ambiente

Ciclo XXVII

Dottore Magistrale in Sistemi Informativi Territoriali e Telerilevamento esperto di tecnologie e metodologie per il Remote Sensing e il trattamento di immagini telerilevate. Professore a contratto in GIS raster e Telerilevamento ai corsi di Laurea e Master in SIT e Telerilevamento alla Facoltà di Pianificazione del Territorio.

Laureato in Sistemi Informativi Territoriali nel 2005 con la tesi “GIS & Landscape ecology, strumenti e modelli di supporto alle decisioni per la pianificazione ecologico-territoriale delle aree protette” con voto 110/110 e lode. Si occupa di analisi e rappresentazione del territorio. Collabora con il Dipartimento di Pianificazione nell'ambito di progetti di ricerca riguardanti la “Costruzione di una base di conoscenza nel territorio del Delta del Po a supporto della gestione del rischio idraulico”. Collabora con la Facoltà di Pianificazione nell’ambito di collaborazioni alla didattica e nella realizzazione di un sistema di archiviazione di informazioni cartografiche digitali e statistiche. Si occupa di elaborazione dati e cartografia tematica ambientale a supporto della Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) presso la società Entropia Snc. Ha collaborato alle analisi cartografiche dell’Atlante Naturalistico della Laguna di Venezia e collabora alla modellazione degli habitat della stessa. Ha effettuato stage formativi e corsi presso parchi nazionali e naturali. Ha collaborato all’analisi dell’incidenza degli impatti paesaggistici relativi all’impianto di generatori eolici da realizzarsi lungo la dorsale appenninica umbro-marchigiana e si è occupato di modellazione urbana e ambientale utilizzando l'object-based-image-analysis integrando dati ottici da sistemi di osservazione della terra e dati LiDAR.

Terzo Premio al Concorso GIS Toscana - FESTA DELLA GEOGRAFIA - Firenze, 1 dicembre 2006 "... per aver correttamente progettato un Sistema Informativo in grado di recepire il quadro normativo comunitario sull'ambiente basandosi su di un corretto modello ecologico-funzionale e sull'uso del GIS nella forma più estesa e completa. ... per aver utilizzato armonicamente diversi strumenti per un SIT inteso come strumento oramai indispensabile per l'analisi ambientale, la programmazione di interventi e per la conservazione della natura".

 

  • Tecnologie

    • Trattamento immagini acquisite da piattaforme diverse

    • Classificatori di ultima generazione

    • Laser scanner/Dense Image Matching

    • Modelli Digitali del Terreno

  • Contatti

e-mail:

stepicchio@gmail.com