Dottorato di Ricerca in Nuove Tecnologie per la Città, il Territorio e l'Ambiente
 Skip Navigation Links
 pagina visitata 1198 volte dal 06/02/2014  

Riccardo Pasi

Dottore di Ricerca NT&ITA

Ciclo XXIX

Laureato in Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale presso il Politecnico di Torino nel 2007, con tesi dal titolo: “I flussi informativi all’interno del processo di pianificazione urbanistica comunale alla luce della nuova legge territoriale del Piemonte”, con votazione 110L/110.

Consegue la Laurea specialistica in Pianificazione e Politiche per l’Ambiente nel 2010, presso l’Università IUAV di Venezia, con tesi dal titolo: “L’idroelettrico e la tutela delle acque: problemi e strategie per la compatibilità. Il caso delle Regioni alpine italiane”, premiata con la dignità di pubblicazione, dove viene trattata la questione della compatibilità tra lo sviluppo di nuovi impianti idroelettrici (in particolare mini-hydro) e la protezione delle risorse idriche, indagando le differenti politiche intraprese dalle Regioni dell’arco alpino italiano.

Dopo aver ottenuto l’abilitazione all’esercizio della professione, decide di approfondire il tema della pianificazione del territorio connessa alla gestione delle risorse idriche, frequentando il Corso di perfezionamento post-lauream in “Tutela e gestione del suolo e delle acque nella pianificazione di bacino” (di cui, nelle edizioni successive, è stato tutor e collaboratore alla didattica).

Assegnista di ricerca IUAV, sotto la responsabilità scientifica della prof.ssa Vittadini, studia e approfondisce la problematica della difficile integrazione tra i piani di governo del ciclo dell'acqua e la pianificazione territoriale ed urbanistica alle diverse scale, ponendo particolare attenzione alle potenzialità offerte dai processi di VAS.

Oggi Dottorando NT&ITA per continuare il percorso di ricerca intrapreso, nella ferma convinzione della strategicità del binomio ICT – governo del territorio: per l’elaborazione di quadri di conoscenza condivisa a supporto della decisione, l’implementazione delle scelte operate e il monitoraggio degli effetti delle politiche intraprese.

Al momento, e nei prossimi mesi, l’impegno è quello di acquisire competenze approfondite sulle risorse tecnologico-strumentali esistenti e sulle problematiche applicative di riferimento, per poterle poi spendere nell’ambito tematico scelto.

riccardo.pasi(at)gmail.com

 

Rapporto attività primo anno

Rapporto attività secondo anno