Skip Navigation LinksHOME > Contributi > Giacimenti informativi
 pagina visitata 2700 volte dal 03/02/2007  
Ricerca "Giacimenti Informativi" - Silvia Castelli - Contributi dai tutor

04/01/2006 - Prof. Giovanni Biallo (tutor scientifico)

Identificazione dei Soggetti, pubblici/privati, a livello centrale/locale, produttori/distributori di dati con competenze nel settore territorio-ambiente
  • Nell’ambito del DB, la tabella dei Soggetti e la lista che ne definisce la veste giuridica sono da rivedere (ad es. la definizione”Organi Cartografici” non è corretta come veste giuridica)
  • Stabilire delle relazioni gerarchiche tra i Soggetti (ad es. Agenzie Nazionali e Agenzie regionali collegate), i livelli superiori ed inferiori

Classificazione dei dataset
Modifiche da fare alla maschera 

  • Georeferenziazione diretta (e non nativa)
  • Suddividere le informazioni che hanno dei livelli gerarchici o di dipendenza (ad esempio solo una informazione digitale può avere una scala nominale)
  • Scala nominale ( e non numerica) solo una, e non minima a massima. Si intende la scala della fonte dei dati oppure la scala equivalente alla mappa cartacea utile per un confronto di contenuti e di accuratezza
  • Utilizzare i sistemi cartografici definiti nell’ISO 19115
  • Introdurre il valore di risoluzione per i dati raster
  • Introdurre uno “status” della banca dati indagata
  • Non confondere la metodologia di produzione con altre informazioni
  • Introdurre la data in cui o effettuato la catalogazione
  • Modificare quanto scritto sul CARG, è un dataset al 10.000 e 25.000, la scala nominale di restituzione è al 50.000, e anche digitale (raster)

ALTRE INDICAZIONI
Verificare quanto fatto nell’ambito del progetto LARA.
Esplicitare chiaramente le criticità e i motivi che hanno portato alle scelte nella predisposizione della maschera e tutte le scelte strategiche.
Valutare se intervistare anche una Comunità Montana, la Compagnia generale delle Acque, ETRA.

CONSIDERAZIONI GENERALI SULLA RICERCA
La catalogazione delle banche dati è un’attività molto vasta e complessa, sarebbe stato utile svolgere l’attività di ricerca/catalogazione delle banche dati presso i Soggetti definendo a priori un tema specifico (ad es. difesa del suolo). In questo modo sarebbe stato possibile esplodere completamente il tema, indagare più Soggetti e analizzare e confrontare le banche dati connesse. Con la metodologia adottata sarà difficile riuscire ad andare a fondo in merito ai temi ed alle relative criticità.
Inoltre sono indagati pochi soggetti simili (massimo 2 comuni) quindi non sarà possibile fare confronti statistici tra i risultati dell’indagine.