Provincia di Rovigo - Osservatorio sulla sicurezza stradale
 Skip Navigation Links sei in: > HOME > Nuove Tecnologie > Tecnologie sperimentali
 pagina visitata 1365 volte dal 22/10/2012  
Tecnologie sperimentali 

A fianco delle attività strettamente legate alla realizzazione dell’Osservatorio sulla Sicurezza Stradale, sono state pianificate tre diverse attività integrative volta alla ricerca ed alla sperimentazione di nuove tecnologie per l’acquisizione di dati territoriali da affiancare a dati ancillari provenienti da diverse fonti informative, nell’ottica della sicurezza stradale.

L’architettura di un veicolo MMS si distingue per la sua modularità, così da consentire di variare la composizione in relazione alla finalità del rilievo con ulteriori sensori specialistici le cui misure vengono georiferite in modo nativo.

Laser scanner terrestre cinematico

Il sistema impiegato si compone di un sensore di scansione RIEGL VZ-1000, sincronizzato con camere ad alta risoluzione, sistema di ricezione GPS a doppia frequenza e sistema inerziale solidale, permettendo di ricostruire con precisione centimetrica la piattaforma stradale ed il contesto nel quale è inserita.

Il laser scanner montato sulla parte posteriore del veicolo, e orientato con angolazione tale da consentire l’acquisizione completa della sede stradale e delle sue pertinenze, scansiona l’area restituendo una nuvola di punti georiferita, permettendo la ricostruzione virtuale e la modellazione in 3D di tutto l’ambiente circostante (edifici, infrastrutture, marciapiedi, scarpate, ecc.) entro un centinaio di metri.

Mini Laserscanner

Oltre al laser scanner tradizionale, è possibile impiegare un mini laser scanner finalizzato specificatamente allo studio di precisione della sede stradale, come ad esempio lo studio dell’andamento della pendenza trasversale e longitudinale o la presenza di pertinenze in adiacenza della sede con il dettaglio delle caratteristiche geometriche e metrologiche.

Il sensore laser è montato sulla parte posteriore del veicolo e rivolto verso il basso; mentre il veicolo è in moto sull’infrastruttura stradale il dispositivo è in grado di effettuare una scansione di tutta la sede con elevata precisione e risoluzione trasversale (ordine dei cm).

Linescan

Un’ulteriore sperimentazione prevede l’impiego di una camera lineare detta “Line Scan”, utilizzata per l’analisi del quadro fessurativo del manto stradale mediante tecniche di analisi immagine.

Questa tecnologia è ritenuta strategica per l’elevata efficienza nell’acquisizione di un quadro di dettagliato e completo sullo stato delle pavimentazione finalizzato a predisporre interventi mirati ed un efficace piano manutentivo.