Provincia di Rovigo - Osservatorio sulla sicurezza stradale
 Skip Navigation Links sei in: > HOME > Il rischio sulle strade > Conoscere lo stato di fatto
 pagina visitata 1151 volte dal 22/10/2012  
Conoscere lo stato di fatto 

Primo elemento conoscitivo: dati di rilevazione degli incidenti stradali ai fini ISTAT

L’archivio di rilevazione degli incidenti stradali è previsto nell’ambito della cooperazione tra Provincia, forze dell’ordine e ISTAT ma non prevede la localizzazione geografica con accuratezza superiore al chilometro. Un apposito modulo realizzato per il progetto consente di gestire la banca dati secondo i requisiti richiesti da ISTAT associando ad ogni scheda di rilevazione una localizzazione con accuratezze nell’ordine dei cento metri.

Gli eventi incidentali costituiscono un elemento di giudizio oggettivo nell’individuazione delle tratte più pericolose della rete; la localizzazione geografica permette di confrontare questo dato con la valutazione basata su fattori di rischio e dare un quadro esaustivo delle aree prioritarie di intervento.

 

Secondo elemento conoscitivo: rilievo della rete tramite Mobile Mapping System

Il rilevo con il veicolo MMS fornisce più di 20 diverse informazioni associate alle strade provinciali, oltre a restituire la geometria accurata dell’intera rete in forma di grafo. Ogni informazione è un livello geografico di oggetti a cui è possibile attribuire un peso in relazione al potenziale pericolo determinato dalla loro presenza sulla strada. Altri elementi invece costituiscono un fattore di mitigazione come ad esempio illuminazione, protezioni e buona qualità di asfalto e segnaletica.

La presenza di più elementi nella stessa tratta di strada e la particolare conformazione geometrica della carreggiata possono essere valutati all’interno di un modello matematico per stimare il livello di rischio presente nei vari punti della rete.

 

Terzo elemento conoscitivo: Intensità del traffico veicolare

I livelli di traffico di ogni provinciale sono disponibili grazie a campagne di rilevazione sul campo con utilizzo di sistemi radar. Essi forniscono informazioni dettagliate sul livello di utilizzo di ogni tratta stradale con relative variazioni orarie, settimanali e stagionali dei flussi di traffico.


All’interno del modello matematico per il calcolo del grado di rischio i volumi di traffico superiori alla media provinciale vengono trattati come fattore incrementale, mentre quelli inferiori come fattore di riduzione.

 

Elementi conoscitivi ancillari

Il calcolo dell’indicatore di rischio considera anche alcuni elementi che caratterizzano il contesto dell’area attraversata dalle varie strade provinciali. I fattori di contesto principalmente considerati riguardano le caratteristiche delle aree urbane in relazione anche alla dimensione e alla presenza di strutture e servizi potenzialmente attrattori di traffico; sono stati inoltre considerati gli itinerari ciclo-turistici e i percorsi del servizio di trasporto pubblico locale.