Summer School Feltre   - Nuove Tecnologie e Informazione Territorio, Ambiente e Paesaggio
 Skip Navigation Links sei in: > HOME > Rilievi > Laser Scanner Terrestre
 pagina visitata 3017 volte dal 06/09/2009  
Rilievo Laser Scanner terrestre 

Laserscanner installato su un veicolo quad, utilizzato per il rilievo di aree urbane, extrurbane per la realizzazione di modelli tridimensionali.

Caratteristiche piattaforma

Quad

Il laserscanner terrestre è in grado di acquisire attraverso un impulso laser, le coordinate spaziali di una data porzione di territorio o della superficie di un oggetto anche da grande distanza, in modo automatico, sistematico e veloce. Lo strumento genera un impulso laser infrarosso registrando il segnale riflesso dell’oggetto colpito. Ogni singolo punto viene posizionato con coordinate x, y, z relative, registrandone anche l’intensità di segnale in funzione della riflettività del materiale colpito. Le scansioni permettono così di acquisire in tempi brevi milioni di punti in modo automatico, coniugando alla velocità d’esecuzione un’elevata accuratezza.



 

Caratteristiche Sensori

Il laser scanner terrestre utilizzato a Cencenighe è il Riegl LMS-Z390i dotato di fotocamera digitale Nikon D200 da 10 Mpx, compensatore biassiale, collegamento con sistema GPS ubicato mediante apposita staffa calibrata sopra la fotocamera, dispositivo di basculamento (tiltmounting) del laser, dispositivi Wireless per controllo in remoto dello scanner e della fotocamera. Le caratteristiche tecniche sono:
  • Measurement range 1 - 400 m
  • Accuracy 6 mm
  • Laser class 1
  • Minimum angle stepwidth 0.002°
  • Inclination Sensors (integrated)
  • Internal Sync Timer (optional)
  • Target detection mode: first target

Dati acquisiti

 Mesh di punti x,y,z del centro storico di Cencenighe Agordino
 Mesh di punti x,y,z dell'area in frana in località Galleria delle Anime  

 

 Tematiche di applicazione

  • Monitoraggio attività estrattive
  • Rilievo architettonico
  • Monitoraggio aree in dissesto gravitativo
  • Rilievi archeologici