Summer School Feltre   - Nuove Tecnologie e Informazione Territorio, Ambiente e Paesaggio
 Skip Navigation Links sei in: > HOME > Rilievi > Veicolo stradale
 pagina visitata 1435 volte dal 06/09/2009  
Rilievo con veicolo stradale attrezzato 

Denominati anche Mobile Mapping Systems (MMS) i sistemi di acquisizione di dati su veicoli stradali consentono la realizzazione rapida di database di elementi georiferiti presenti lungo la rete viabilistica.

 

 

 

Caratteristiche della piattaforma

Le apparecchiature costituenti un MMS sono installate su veicolo stradale convenzionale (autovettura, furgone) ma predisposto con i vani per il posizionamento di fotocamere e/o videocamere sui 6 lati (4 più il tetto e il fondo su cui è possibile montare barre per la scansione della superficie stradale).

Gli strumenti di acquisizione sono collegati all'architettura di controllo e memorizzaizione alloggiata all'interno del mezzo e costituita dai sistemi di posizionamento GPS, dal sistema speciale di controllo della sincronizzazone dati/posizione e dalla postazione informatica (computer).

 

Il software G8 Lira consente la navigazione delle immagini e la restituzione a database di oggetti tramite fotointerpretazione.

 

 

Software G8 Lyrap

 

 

 

 

 

Caratteristiche dei sensori

 I sensori e gli strumenti sono integrati in una architettura che consente di:

  • individuare la posizione assoluta del mezzo in movimento, permettendo di posizionare l’infrastruttura in un sistema di riferimento geografico globale; questa funzione è assolta dal sottosistema traiettografico di bordo (GPS, Odometro, Sistema Inerziale), con elevato livello di precisione;
  • individuare le posizioni e le dimensioni degli elementi costitutivi la sede stradale, (carreggiata, banchine, opere d’arte, barriere, impianti, accessi, ecc.); la metodolgia più comune consiste nell’effettuare misure con tecniche tipiche della fotogrammetria terrestre sulle immagini acquisite dal  sottosistema video durante il moto del mezzo;
  • relazionare i dati ottenuti dai due sottosistemi, sincronizzando i dati satellitari con le immagini; questo è possibile sulla base di misure spaziali (odometro) o temporali (clock). 

Dati acquisiti

Serie di immagini fotografiche a risoluzione 1024x768 pixel in direzione frontale, fronte-destra e fronte-sinistra

Scarica i dati ->

TrackLog del percorso del mezzo in formato GPX o SHP

Scarica i dati ->

Archivio georiferito (SHP di elementi puntuali oppure database) di elementi presenti sul territorio:

  • Caditoie e pozzetti
  • Fermate servizio trasporto pubblico
  • Pali dell'illuminazione pubblica
  • Attraversamenti pedonali
  • Cassonetti RSU
  • Segnaletica stradale

Scarica i dati ->

 

Tematiche di applicazione

Le metodologie di rilievo lungo la rete stradale sono diverse; tuttavia l’utilizzo di MMS è particolarmente indicato per:

  • consentire l’acquisizione di elementi altrimenti non visibili da mezzi non ancorati alla strada;
  • produrre valutazioni in tempi relativamente brevi sullo stato e le caratteristiche della rete vialbilistica;
  • rilevazione sul territorio con bassi costi di realizzazione rispetto a sistemi tradizionali adottando una metodologia divisa in due fasi: una prima rapida ricognizione sul territorio e una seconda, accurata, analisi e restituzione a tavolino di informazioni georiferite; 
  • integrare informazioni diverse sfruttando un sistema modulare dove, al sistema base (traiettografico + video), possono essere aggiunti sensori di qualsiasi tipo di cui siano noti gli standard di comunicazione (barra laser, radar, fonometro, camere infrarossi sensori ambientali ecc.).